La Società

La Società Polisportiva Libertas è una libera Associazione senza fini di lucro. L'articolo 2 dello Statuto ne definisce i compiti principali, che sono: la promozione di un movimento sportivo giovanile che viva l'esperienza dello sport come mezzo di educazione, maturazione sociale e culturale; l'organizzazione dell'attività di preparazione tecnica e dell'attività agonistica; la promozione di manifestazioni culturali, sociali e ricreative.

La Storia

Le Origini

La Società Polisportiva Libertas nasce il 4 Settembre 1928, una data da ricordare perchè la indica come la Società sportiva più antica della Repubblica di San Marino. La Libertas è stata anche la prima società sportiva sammarinese ad essere insignita della Medaglia d'Oro al valore atletico e della Medaglia d'Argento al merito sportivo, premi riconosciuti nel 1982 dal Comitato Olimpico Nazionale Sammarinese per aver raggiunto i cinquant'anni di attività, svolta con grande spirito di sacrificio ed impegno, regalando alla Società, ai Dirigenti e ai Soci una immensa soddisfazione. La Libertas è stata la prima Società a ricevere questo riconoscimento, che custodisce gelosamente, vantandosi per quello che rappresenta per tutti i Soci, non solo come attestato pubblico, ma quale impegno per proseguire la strada in favore dello sport, dei giovani, della Società e del Castello in cui opera, in sostanza è stato il risulatato del sacrificio dei primi cinquantaquattro anni di attività. Nel 1937 prende vita il Campionato Sammarinese (all'epoca "Coppa Titano"). Si gioca su un solo campo, Sotto il Monte, a Borgo Maggiore. Quattro le Società che presero parte alla prima, storica edizione del campionato, partito il 21 Aprile: La Castellana di Serravalle, La Fiorita di Montegiardino, La Serenissima di Città e la Libertas che si presentò in campo in maglia granata, colore che ancora oggi distingue i calciatori di Borgo. La prima Coppa Titano termina a metà giugno; vince la Libertas che conclude il torneo imbattuta, forte del miglio attacco e della migliore difesa. 11 gol fatti, 5 subiti, chiude con 9 punti in sei partite disputate e lascia a tre lunghezze La Castellana, seconda classificata. Un quotidiano dell'epoca, "Il Popolo Sammarinese", il 27 giugno 1937 scrive: "contro di Lei nulla potè l'impegno delle dure squadre avversarie, nè il grido e la valanga dei tifosi riuscirono a fermarla nel suo corso di gloria." E così fu fino al 1961. Fin dal 1945 alcuni appasionati sportivi riprendevano in mano la Società, al fine di riorganizzare le attività agonistiche e di riattivare i programmi, interrotti durante il periodo della guerra. Seppure con difficoltà riuscirono a organizzare e a partecipare a incontri amichevoli e, anche, a tornei con formazioni Italiane limitrofe. Questo gruppo di appassionati, che si riunivano nel Consiglio Direttivo della Libertas, fino alla fine degli anni Quaranta, portarono avanti le varie attività sportive, organizzando vari incontri con le società Italiane. Come confermano gli atti societari, la Societa Polisportiva Libertas verrà esclusa dal Campionato italiano di Prima Categoria. Risulteranno inutili gli incontri avuti dal Direttivo della Libertas con la Federazione Italiana Giuoco Calcio e, in seguito, addirittura con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano che, in forma straordinaria, aveva concesso la possibilità di iscrivere una Società straniera, qual'era la sammarinese Libertas, al suddetto Campionato. L'esclusione verrà motivata dagli organismi sportivi italiani con la bocciatura del campo sportivo di Borgo, dichiarato: "non idoneo" per la disputa del Campionato di Prima Categoria.

 

"Sotto il Monte"

Nel 1922 a Borgo Maggiore nasce il primo campo di gioco, in terriccio, qui si svolgeranno le prime vere partite. Nei primi anni Trenta quello stesso campo diventa il terreno da gioco ""ufficiale" e per tutti verrà individuato "Sotto il Monte", situato ai piedi del Monte Titano, dominato dall'alto dalla Torre Guaita e dalla Torre Fratta. Viene inaugurato nel 1931 e ospiterà le prime edizioni della Coppa Titano. Un campo ricavato riempendo un fossato di una cava di ghiaia e ancora oggi il terreno è costituito da terriccio. Sono passati circa settant'anni ma ospita gli allenamenti della Libertas con le sue due squadre giovanili.